ANNEX V - NOINAVI

NOINAVI
Logo compassosquadra
Vai ai contenuti

ANNEX V

REGULATIONS FOR THE PREVENTION OF POLLUTION BY GARBAGE FROM SHIPS
Garbage label
Tempo di decadimento di alcuni oggetti di uso comune
Biglietto del tram2 / 4 settimane
magletta di cotone1 / 5 mesi
cima di fibra naturale1 / 14 mesi
magòia  di lana 1 anno
filtro di sigaretta1 / 5 anni
legno pitturato13 anni
barattolo di latta50 / 100 anni
barattolo di alluminio200 / 500 anni
bottiglia di plastica450 anni
Fonte: Hellenic Marine Environment Protection Association (HELMEPA) e National Oceanic and Atmospheric Administration
Prevenzione dell'inquinamento da rifiuti provenienti dalle navi di qualunque tipo e dimensione: L’annesso V considera diversi tipi di rifiuti e specifica il modo in cui possono essere smaltiti. Caratteristica saliente è il divieto dello smaltimento in mare di tutte le forme di plastica, ceneri, olio da cucina ed attrezzatura da pesca.
   
Aggiornato con le risoluzioni:
 
RESOLUTION MEPC.201(62)   Adopted on 15 July 2011
 
 
From 1 January 2013, new international laws came into force that prohibits the discharge of all types of garbage into the sea from vessels of all sizes. This includes yachts, dinghies, trawlers, fishing, recreational, tugs, ferries, general cargo, and barges amongst others.
RESOLUTION MEPC.277(70)  (Adopted on 28 October 2016) AMENDMENTS TO THE ANNEX OF THE INTERNATIONAL CONVENTION FOR THE PREVENTION OF POLLUTION FROM SHIPS, 1973, AS MODIFIED BY THE PROTOCOL OF 1978 RELATING THERETO  Amendments to MARPOL Annex V (HME substances and Form of Garbage Record Book) Entrata in vigore 1° marzo 2018

Alcune definizioni specifiche per questo annesso
Carcasse di animali: corpi di qualsiasi animale trasportato a bordo come carico e che sono morti durante il viaggio,
Residui del carico: provenienti da qualsiasi carico che non siano afferenti ad altri annessi e che rimangano sul ponte o nelle stive dopo la caricazione o discarica, …
Olio da cucina: qualsiasi tipo di olio alimentare o grasso animale utilizzato o destinato a essere utilizzato per alimenti, senza includere il cibo preparato con questi oli.
Rifiuti domestici: tutti i tipi di rifiuti non coperti da altri allegati generati negli spazi di alloggio a bordo.
In rotta: la nave sta navigando in mare su una o più rotte, inclusa la deviazione dalla rotta diretta più breve, che per quanto possibile ai fini della navigazione, causerà lo spargimento di qualsiasi scarico su una vasta area del mare come è ragionevole e praticabile.
Attrezzi da pesca (fishing gear): qualsiasi attrezzo per la cattura di organismi marini.
Piattaforme fisse o galleggianti:strutture fisse o galleggianti situate in mare che sono impegnate nell'esplorazione, nello sfruttamento o nel relativo trattamento in mare aperto delle risorse minerarie del fondo marino.
Rifiuti alimentari: frutta, verdura, prodotti caseari, pollame, prodotti a base di carne e avanzi di cibo generati a bordo della nave.
Rifiuti: tutti i tipi di rifiuti alimentari, rifiuti domestici e rifiuti operativi, tutta la plastica, i residui del carico, le ceneri degli inceneritori, l'olio da cucina, gli attrezzi da pesca e le carcasse di animali generati durante il normale funzionamento della nave e suscettibili di essere smaltiti continuamente o periodicamente eccetto quelle sostanze che sono definite o elencate in altri allegati alla presente Convenzione. I rifiuti non includono il pesce fresco e parti di esso generato a seguito di attività di pesca intraprese durante il viaggio o in seguito ad attività di acquacoltura che comportano il trasporto di pesce, compresi i molluschi, per la collocazione nell'impianto di acquacoltura e il trasporto di pesce raccolto, compresi i molluschi da tali strutture a riva per la lavorazione.
Ceneri da inceneritore: le ceneri e clinker risultanti dagli inceneritori a bordo delle navi utilizzati per l'incenerimento dei rifiuti.
Rifiuti operativi: tutti i rifiuti solidi (inclusi i fanghi) non coperti da altri allegati raccolti a bordo durante la normale manutenzione o operazione della nave.
Plastica: materiale che contiene uno o più polimeri ad alta massa molecolare, cui è stata data una forma ben definita.
Attualmente le aree speciali sono:Mar Mediterraneo, Mar Baltico, Mar Nero, Mar Rosso, area del Golfo, Mare del Nord, il Canale della Manica e i suoi approcci verso est, area antartica, la regione caraibica.
E-waste rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche.
HME: harmful to the marine environment.
Aree speciali di questo annesso: Mediterranean Sea area, Baltic Sea area, Black Sea area, Red Sea area, Gulfs area, North Sea area, Antarctic area and Wider Caribbean Region.
Codice di attuazione:è il codice di attuazione degli strumenti IMO (codice III) adottato dall'Organizzazione con risoluzione A.1070 (28).

Si applica a tuttele navi (ved anche la Risoluzione MEPC.201(62).

Discarica a mare dei rifiuti
La discarica in mare dei rifiuti è proibita, salvo quanto  è regolamentata. +a discarica si articola diversamente per:
  • aree speciali,
  • al di fuori delle aree speciali,
  • piattaforme fisse .
Proibizione senza deroghe per la discarica in mare di:
plastica. cavi sintetici, attrezzature da pesca, sacchetti di plastica per la spazzatura, ceneri da inceneritore, clinker, olio da cucina, pagliolato galleggiante, materiali di rivestimento, imballaggi.. carta, stracci, vetro, metallo, bottiglie. stoviglie e rifiuti simili.
tabella allegata... e come successivamente regolato dal Polar Code. I prodotti di pulizia od additivi contenuti in stiva, l'acqua di lavaggio dei ponti e delle superfici esterne possono essere scaricati in mare, ma queste sostanze non devono essere nocive per l'ambiente marino.
 
Se i rifiuti sono miscelati o contaminati da altre sostanze di cui è vietato lo scarico o che hanno regole diverse di scarico, si applicheranno i requisiti più severi.
Piano di gestione dei rifiuti
Le navi ≥ 100 TSL, o che sia autorizzata a trasportare non meno di 15 persone e le piattaforme devono disporre di un piano di gestione dei rifiuti (garbage management plan) che l'equipaggio dovrà osservare.
Le navi ≥ 12 m di lunghezza e le piattaforme fisse o galleggianti dovranno esporre adeguati cartelli che informino l'equipaggio e i passeggeri relativamente allo smaltimento dei rifiuti (scritti nella lingua di lavoro dell'equipaggio della nave e, se impegnate in viaggi internazionali, anche in inglese, francese o spagnolo.
Garbage Record Book
Le navi ≥ 400 TSL ed ogni nave che sia autorizzata a trasportare 15 o più persone, impegnata in viaggi internazionali avranno un Garbage Record Book (di seguito denominato Registro).
La nuova categorizzazione dei rifiuti differisce dalla precedente per la divisione del Garbage record book in due parti; ParteI per all garbage other than cargo residues e Parte II per all cargo residues … con l’inserimento delle categorie (HME)
Registro garbage )
Garbage II
Il registro dei rifiuti deve essere conservato a bordo della nave o della piattaforma fissa o galleggiante e in un luogo tale da essere prontamente disponibile per l'ispezione in ogni momento.
Questo documento deve essere conservato per un periodo di almeno due anni dalla data dell'ultima iscrizione in esso effettuata;
Il comandante deve ottenere dall'operatore degli impianti portuali di raccolta, o dal comandante della nave che riceve i rifiuti, una ricevuta o un certificato che specifichi la quantità stimata di rifiuti trasferiti. Le ricevute o certificati devono essere conservati a bordo della nave con il registro dei rifiuti per due anni.

Equipaggiamenti
: inceneritore, compattatore, tritarifiuti e sminuzzature.
Sotto uno sminuzzatore
Sminuzzatore
Torna ai contenuti