ANNEX IV - NOINAVI

NOINAVI
Logo compassosquadra
Vai ai contenuti

ANNEX IV

Sewage
 
Prevenzione dell'inquinamento provocato dalle acque reflue delle navi.

Lo scarico di acque reflue in mare è generalmente vietato.

The special area è un'area marittima in cui,  
per ragioni tecniche riconosciute in relazione alla sua condizione oceanografica ed ecologica e al carattere particolare del suo traffico, sarà d’obbligo l'adozione di metodi speciali per la prevenzione ell'inquinamento marino da acque reflue.
Attualmente (Dicembre 2020) è stata definita una sola area speciale per questo annesso: la "Baltic sea area", la ciu superficie e stata già definita nell'annesso I (oil). L'Organizzazione si riserva la possibilità di determinare ulteriori aree.
Le acque reflue sono drenaggi provenienti da
  • qualsiasi genere di gabinetti e orinatoi;
  • locali medici e loro lavabi e ombrinali;
  • spazi contenenti animali vivi;
  • altre acque di scarico se miscelate con i drenaggi sopra definiti.
Regole comuni agli altri allegati
  • Regulation 3 Exceptions
 
Chapter 2 Survey and certification
 
  • Regulation 4 Surveys,
  • Regulation 5 Issue or endorsement of Certificate,
  • Regulation 6 Issue or endorsement of a Certificate by another Government,
  • Regulation 7 Form of Certificate,
  • Regulation 8  Duration and validity of Certificate.

Chapter 3 Equipment and control of discharge
Equipaggiamenti della discarica
Le navi saranno dotate di almeno uno dei seguenti impianti (la numerazione data dal Sito servirà per i richiami successivi):
  1. Impianto di trattamento di tipo approvato dall’amministrazione, conforme a metodi e standards dell’Organizzazione (IMO);
  2. Sistema di riduzione e disinfezione di tipo approvato;
  3. Cassa per le acque luride di capacità tale da ritenere a bordo tutte le acque in relazione alla gestione della nave, al numero di persone a bordo e di altri fattori pertinenti.
 
Standard dischare connection
Per consentire il collegamento per la discarica delle acque reflue agli impianti di ricezione le navi saranno dotate di un “collegamento internazionale” di misure standard (PN 6, quattro fori aperti, flangia piana, etc.).
 ente non produca ne solidi galleggianti visibili né causi scolorimento dell'acqua circostante.
Connessione SW
Connessione internazionale per la discarica a terra dei liquami. La connessione ha flangia piana con quattro fori aperti per un più agevole collegamento alla flangia del ricevitore. La pressione di lavoro è di 6 bar (PN6)
Ricordiamo che la SOLAS definisce "nave da paseeggeri", quella nave che trasporta più di dodici passeggeri, ove passeggero è ogni persona diversa dal comandante e dai membri dell'equipaggio o di altre persone occupate o ingaggiate a qualsiasi titolo a bordo e un bambino di età inferiore ad un anno. Persone  sono sia membri dell'equipaggio che passeggeri.

Tutte le navinavi impegnate in viaggi internazionali, che siano
  • nuove navi ³ 400 TSL,
  • nuove navi di stazza lorda inferiore a 400 tonnellate certificate per il trasporto di oltre 15 persone,
  • navi esistenti ³ 400 TSL, (cinque anni dopo la data di entrata in vigore dell'allegato),
  • navi esistenti <400 TSL certificate per il trasporto di più di 15 persone (cinque anni dopo la data di entrata in vigore dell'allegato).

Discarica dei "sewage"
Fuori dalle aree speciali
tutte le navi potranno scaricare i liquami
  • tramite sistema di sminuzzamento e disinfezione ad una distanza maggiore di 3 miglia marine dalla terra più vicina o
  • non trattate ad una distanza oltre le 12 miglia dalla terra più vicina.
  • tramite un impianto approvato e certificato dall’Amministrazione (riferimeto tipi "1")

All'interno delle aree speciali
Le sole navi da passeggeri, quando ne siano all'interno (attualmente “area del Mar Baltico”) potranno scaricare in mare i loro reflui solo se abbiano in funzione un impianto di depurazione approvato (riferimento"1") .
Le altre navi seguiranno la regola del paragrafo precedente

Discarica "holding tank"
Nel rispetto di quanto dettato dai due paragrafi precedenti, il contenuto delle holding tanks potrà essere riversato in mare a condizione che le acque reflue che sono state immagazzinate in cisterne o le acque reflue provenienti da locali contenenti animali vivi, non vengano scaricate istantaneamente ma ad una velocità moderata quando la nave è in rotta e procede a non meno di 4 nodi ; la rata di discarica deve essere approvata ...

Requisiti generali
Quando le acque reflue sono mescolate con rifiuti o acque reflue contemplati da altri allegati della Convenzione, i requisiti di tali allegati devono essere soddisfatti in aggiunta ai requisiti di questo allegato.
Discarica aree
Chapter 4 - Reception facilities  
Reception facilities
Ciascuna delle Parti si impegna a garantire l'istallazione di strutture ricettive nei porti, nei terminali o  nei porti di manutenzione, al fine di soddisfare le esigenze delle navi e non crear loro ritardi.
Reception facilities for passenger ships in special areas
Ciascun Stato, la cui costa confini con un'area speciale, si impegna a garantire che siano disponibili nei porti le strutture ricettive delle acque reflue, che siano adeguate a soddisfare le esigenze delle navi passeggeri e gli impianti siano gestiti in modo da non causare ritardi indebiti alle navi passeggeri.
NOTIFICA dei Governi
Il governo di ciascuna Parte interessata notifica all'Organizzazione le misure adottate. Al ricevimento di notifiche sufficienti.
l'Organizzazione stabilisce una data a partire dalla quale i requisiti avrannoeffetto.
L'Organizzazione deve notificare a tutte le Parti la data stabilita con un anticipo di 12 mesi.
Fino alla data stabilita, le navi nella zona speciale soddisferanno i requisiti della regola pre-esistente.
Regola 14 PSC Port state control: analoge a quella degli altri allegati.
Chapter 6
Verification of compliance with the provisions of this Annex
Chapter 7
International Code for Ships Operating in Polar Waters
Regola 9.1.1 Impianto di trattamento delle acque reflue di tipo approvato "sewage treatment plant which shall be of a type approved by the Administration, taking into account the standards and test methods developed by the Organization"
Impianto IMO
NOTA
MEPC.227(64) (02/10/2012) Discharge of sewage
L'impianto di trattamento delle acque reflue istallato su una nave passeggeri che intende scaricare l'effluente delle acque reflue in aree speciali deve soddisfare lo standard di rimozione dell'azoto e del fosforo (risoluzione MEPC.227(64), section 4.2).
Torna ai contenuti